Quello di Andrea Nicolotti sarà un libro sicuramente molto citato negli a venire. Per nulla convinto delle affabulazioni di Barbara Frale su Sindone e templari - a dire il vero nemmeno molti sindonologi lo erano - l’autore smonta tutte le ipotesi sulla presunta storia antica della reliquia: leggende insulse e fantasiose considerate cronache storiche di testimoni oculari da parte dei sindonologi.


  1. [...] della Sindone conservata oggi a Torino non è emersa alcuna notizia storica anteriore alla seconda metà del XIV secolo, né in Francia, né a Costantinopoli, né altrove. [...] di tutto il castello argomentativo delle pubblicazioni che sono state prese in esame, nemmeno una pietra ha resistito al vaglio dell’esame critico. Approssimazioni, errori, anacronismi, fonti fasulle, dimostrazioni fallaci e «cascate di deduzioni tutte avventurose» si accompagnano a vere e proprie contraffazioni dei testi. (p. 137)


Un sunto estremo degli storici della Sindone, ma che ben si applicherebbe a tutti gli altri campi in cui i sindonologi hanno preteso di fare esami.


Il libro è diviso in quattro paragrafi:


  1. 1.La Sindone di Torino e la sua comparsa in Occidente

  2. 2.Il misterioso idolo dei templari

  3. 3.La Sindone tra i templari

  4. 4.Templari, crociati, vescovi e imperatori


Scrive Malcom Barber nella prefazione:


  1. I templari, specie a motivo della loro orrenda fine, forniscono agli autori il mezzo ideale per inserire la storia dell’Ordine in qualunque cosa, dalle origini delle società massoniche fino al mistero della discendenza di Cristo. [...] Non è quindi una sorpresa scoprire che i templari siano utilizzati in modo molto simile in un’altra grande controversia religiosa popolare del nostro tempo, quella sulla provenienza della reliquia medievale conosciuta come la Santa Sindone. [...] il libro di Andrea Nicolotti è un antidoto essenziale: non solo perché smaschera l’imbroglio sottostante a molto di queste storie inventate, ma perché mostra quali sono i metodi impiegati dagli storici veri. (pp. 9-10)


Come dire, Barbara Frale è una dilettante. E se lo dice Malcom Barber... Ai prossimi giorni, per il primo capitolo.